Blog

Danzare la vita

By 31 marzo 2017 Nessun Commento

UN VIAGGIO PERSONALE

“A questo proposito si potrebbe affermare che per le antiche donne le danze in circolo avessero una corrispondenza nella natura ed in particolare nel movimento della terra e dei pianeti intorno al sole od il movimento del firmamento intorno alla stella polare.”

Nei tempi antichi, la danza era soprattutto magia, era soprattutto sacra, era soprattutto un modo per conoscere ciò che è trascendente ed entrare in armonia con l’Universo. Si pensava cioè che fosse un ponte con il divino; un modo per richiamare l’attenzione di certe Divinità che avrebbero potuto favorire l’ottenimento di ciò per cui si danzava. A questi fini, la danza, diveniva un vero e proprio rito. Si danzava per propiziare la caccia, la pesca, per favorire un raccolto abbondante, per scacciare malattie e malesseri sociali, per far cadere la pioggia, per favorire buone nascite e tanto altro ancora.
Spesso tali danze erano compiute da sciamane o sciamani, persone che si riteneva avessero poteri sovrannaturali e che ispiravano danzatori e danzatrici a praticarla raggiungendo così stati di benessere, di gioia e di armonia.

Irina Naceo (Delle antiche danze femminili)

Sono affascinata dalla vita e dalle opere delle popolazioni antiche ispirate al culto della Grande Madre, dalla loro visione della vita, dalla semplicità ma anche dalla profondità delle loro conoscenze, dalla sacralità dei loro gesti, dalla loro natura selvaggia, primitiva. Riscoprire il canto e la danza, così come erano vissuti in quei tempi, vivendoli come riti sacri, ponti di connessione con il divino, mi fa sentire connessa a quella dimensione antica ancora così presente e viva a cui la mia anima si ispira.
Mi viene spontaneo, a tal proposito, parlarvi di una esperienza fatta questa estate il cui intento è stato proprio riscoprire la danza come strumento di conoscenza personale e apertura verso l’alto, verso forme nuove di sentire e percepire se stessi, il proprio corpo, le proprie emozioni e la realtà circostante.

In un meraviglioso ritiro di nove giorni di trance dance ho sperimentato una forma di danza che ha saputo liberare emozioni rare e sensazioni corporee nuove.
Condivido con te alcuni appunti della mia esperienza…

 

 

Visione, Chiarezza, Sanare, Guarire… Osare… piedi scalzi per gioire dell’energie telluriche, un intento, la fiducia, un potente respiro di fuoco e la connessione con lo spazio del cuore.
Sono pronta per il viaggio, anzi, per la danza… 
Radici nella terra, il potermi fidare del suo sostegno, leggerezza dall’aria, la trasformazione dal fuoco per bruciare parti di me che non servono più ed il fluire come l’acqua.
Ritmi tribali, connessione, richiamo dal cuore della terra. Il sentirsi sciogliere, liquefare, il sentirsi avvolgere da spirali di fuoco.
Amo muovermi, sentire il corpo liberarsi, fluire!! Il mio corpo non è fatto per l’immobilità, il movimento è creazione!
Gratitudine per il mio corpo, per il viaggio all’interno di me, nel mio mondo interiore così tanto sconosciuto.
 che mi ha condotto con amore sui passi di questa antica e potente danza di guarigione.

Trance dance è tornare a casa, nel proprio corpo, riappropriarsi delle sensazioni ed emozioni perdute, sperimentarne di nuove. È risveglio dell’energia vitale dopo il rilascio di vecchie emozioni congelate, il riaffiorare di vecchie memorie. È danzare senza schemi né inibizioni e farlo anche  per ore con la mente che ti dice di fermarti ed il corpo che non ne vuole sapere di farlo mentre continua a disegnare mandala e forme nuove nell’aria. È il risveglio dell’energia sessuale e della propria sensualità. È aprirsi al respiro, aprirsi al sentire, alla vita! È sogni lucidi, la visione di luoghi e spazi insondati appartenenti a questa ed altre dimensioni, è l’ incontro con animali di potere, con esseri di luce e guide ad indicarti una via.È il rivivere vecchi traumi e sanare vecchie ferite.
È passione, calore, emozione, commozione, immensa gratitudine.

Come i nostri antenati che usavano la danza come mezzo per vivere il quotidiano, così anche noi, riscopriamo la danza come celebrazione della vita! Nelle nostre cellule sono custodite memorie antiche e in tutti noi esiste un richiamo al Sacro. Tutti noi possiamo porgere l’orecchio e optare per un ascolto dal cuore.

A piedi nudi sulla terra, al chiaror di luna, tra i fili verdi d’erba, sotto le cascate ed in ogni dove ti senti ispirat*,
Danza, Danza, Danza! Danza per entrare in contatto con te stess*, per fidarti di te, per imparare ad ascoltarti, per affidarti all’Universo, per abbracciare chi sei e chi vuoi essere, per rispettare te stess*, per scioglierti nella gioia.

Danza per danzare la vita!

Annapurna Devi

Pace Amore e Yoga

Vuoi lasciare un commento?