Blog

Regole di nutrizione ayurvedica

By 10 febbraio 2017 Nessun Commento

UNA LETTURA PER TE

L’Ayurveda non è una scienza dogmatica, ma tiene sempre conto delle esigenze e peculiarità del singolo individuo. Cercate pertanto di godervi ogni pasto e di imparare a capire da soli ciò che vi fa bene ed è adatto a voi.

– Godetevi ogni boccone e consumate i vostri pasti in un ambiente tranquillo, seduti e a intervalli regolari, meglio se sempre alla stessa ora. Durante il pasto non dovete lavorare, leggere o guardare la televisione ed è anche preferibile parlare poco.

– Mangiate solo quando avete fame e dopo aver completamente digerito l’ultimo pasto, cioè dopo 3-6 ore circa.

-Consumate il pasto principale a mezzogiorno. Alla sera è meglio assumere solo cibi leggeri e, soprattutto, non cenare troppo tardi. Dopo cena e prima di andare a dormire non si dovrebbe mangiare più nulla, perché di notte le funzioni digestive sono rallentate e disturbano il sonno.

– Mangiate con calma, né troppo in fretta né troppo lentamente, e lasciate nello stomaco un po’ di spazio per i processi digestivi. alla fine del pasto dovete sentirvi più forti e soddisfatti, non appesantiti e sazi.

– Durante i pasti bevete un po’ d’acqua calda, una tisana o una spremuta.

– Tenete conto delle vostre esigenze anche quando mangiate. Attraverso la preferenza per determinati cibi il corpo comunica ciò di cui ha bisogno per ritrovare l’equilibrio. I desideri nocivi sono la conseguenza di errate abitudini alimentari oppure insorgono quando, si perde il proprio equilibrio e non si è più in grado di avvertire le necessità dell’organismo.

– Evitare alcol, caffè, bevande gassate e cioccolato.

– La sera cercate di non mangiare prodotti a base di latte acido, come yogurt, quark e formaggio, e altre proteine animali.

– Non usate il miele per cucinare; se riscaldato, questo alimento produce “ama”(sostanze nocive).

– Evitate i cibi e le bevande ghiacciati, perché ostacolano la digestione.

– Non riscaldate i cibi già cotti; preparateli al momento, usando ingredienti completi e naturali.

– Il cibo deve essere sempre saporito, appetitoso e una gioia per gli occhi; insomma, un nutrimento per tutti e cinque i sensi.

– Cucinate i vostri pasti in un’atmosfera rilassata, allegra e gioiosa. Se il cuoco è felice e soddisfatto, lo sono anche i commensali.

Tratto da “LA CUCINA DELL’AYURVEDA” di Ernest Schrott.

Nutrire il proprio corpo con alimenti ed azioni sani è l’atto consapevole d’eccellenza.

Prova per un giorno a settimana a dedicarti alla pratica dell’”ascolto” nell’atto di consumare i tuoi pasti e dunque di nutrire il tuo corpo, la tua mente, le tue emozioni.
Staccati da ogni stimolo esterno, per esempio, se sei abituat* a mangiare con la tv accesa, tienila spenta.
Lascia fuori dalla cucina il cellulare e qualsiasi presidio elettronico.
Prova a rimanere in silenzio e, senza alcuna fretta, assapora lentamente e attentamente ogni boccone!

Lo so, starai pensando che non hai tempo, non hai spazio per simili “esperimenti”, non sarai compres* da chi ti è vicino.
Prova a non preoccuparti, per una volta, di nulla.
Prova a vivere quel preciso momento con gioia,
come il dono più bello che tu possa ricevere,
come l’atto consapevole più importante a favore della tua salute,
come magico insieme di istanti che ti concedi in segno dell’immenso amore verso te stess*.

Annapurna Devi

Pace Amore e Yoga

Vuoi lasciare un commento?